La Contessa di Karolystria cover

La Contessa di Karolystria

Antonio Ghislanzoni (1824-1893)

00:00(1/10) 0 – Prefazione00:00
80
x1
1. 0 – Prefazione
2. 1 – Capitolo I
3. 2 – Capitolo II
4. 3 – Capitolo III
5. 4 – Capitolo IV
6. 5 – Capitolo V
7. 6 – Capitolo VI
8. 7 – Capitolo VII
9. 8 – Capitolo VIII
10. 9 – Capitolo IX

(*) Your listen progress will be continuously saved. Just bookmark and come back to this page and continue where you left off.

Genres

Summary

Antonio Ghislanzoni, nato a Barco di Maggianico (Lecco) il 25 novembre 1824, è meglio noto come autore di numerosissimi libretti per opere liriche tra cui “Aida” e “La forza del destino” di Giuseppe Verdi. Personalità eclettica: baritono egli stesso fino al 1856, nonché ex seminarista cacciato per cattiva condotta, stimolato dalle idee di Mazzini, nel 1848 dirige a Milano diversi giornali repubblicani; a causa delle sue idee fu anche arrestato dai francesi e brevemente detenuto in Corsica. Muore a Caprino Bergamasco il 16 luglio 1893.“La contessa di Karolystria” è definito dallo stesso autore “il più balzano, il più strampalato de’ miei racconti”, e in effetti altro non è che una storia divertente piena di colpi di scena senza pretesa di avere “messaggi” da trasmettere. La trama è presto detta: il visconte d’Aguilar -personaggio in cui potremmo scorgere lo stesso autore- si lascia coinvolgere nel turbine di avventure in cui viene trascinato per soccorrere la contessa di Karolystria e brillantemente, tra mille peripezie, riesce cavarla dai guai e ad aprirle un nuovo futuro. — Riccardo.